logo dott. giuseppe muscarà

medico ortopedico

Protesi di ginocchio

ortopedia

Quella del ginocchio è un'articolazione complessa, costituita dall'estremità inferiore del femore, da quella superiore della tibia e dalla parte inferiore della rotula, superfici articolari rivestite da uno strato cartilagineo; tra femore e tibia sono presenti cuscinetti ammortizzatori che prendono il nome di menischi.

Le ossa sono unite tra loro dai legamenti crociati, che conferiscono stabilità all'articolazione; il movimento articolare avviene grazie all'azione dei circostanti muscoli.

La protesi totale di ginocchio (PTG) altro non è che la sostituzione della parte danneggiata con una protesi artificiale: tale elemento permette di ripristinare tutte le funzioni articolari sostituendo le superfici cartilaginee consumate.

Tale protesi include da una componente femorale, una tibiale ed una rotula artificiale; la prima è costituita da un impianto di supporto metallico ed un inserto in polietilene; la componente femorale è in metallo, mentre i materiali adottati per simulare l'articolare sono leghe e polimeri realizzati specificamente per uso medicale e ben tollerati dai tessuti.

Le principali patologie del ginocchio

protesica ortopedica

Le cause del manifestarsi di una patologia articolare sono molteplici: la più frequente è l'artrosi del ginocchio o gonartrosi.

Le deformità dell'articolazione, congenite o provocate da traumi, rappresentano ulteriori cause che sfociano in lesioni a danno delle strutture ossee ed articolari; in sostanza, tutte queste alterazioni provocano un consumo anomalo dello strato cartilagineo, che comporta un contatto diretto tra osso ed osso, riducendo la mobilità generale del ginocchio.

Le scelte terapeutiche che conducono alla decisione di installare un impianto si fondano quasi completamente sul grado di dolore percepito dal paziente; se esso è moderato, si opta per l'assunzione di antalgici ed antinfiammatori; se il dolore condiziona pesantemente lo stile di vita del paziente, bisogna seriamente prendere in considerazione l'intervento di protesizzazione.

L'età del paziente non costituisce un ostacolo all'intervento, dal momento che il recupero post operatorio è piuttosto breve; come per la protesica dell'anca, la scelta dei modelli protesiciè ampia, e il loro utilizzo è dettato dalle abitudini e dalla struttura fisica del paziente; in fase intraoperatoria, il chirurgo si riserverà la possibilità di inserire un modello diverso da quello inizialmente pianificato.

Le immagini fotografiche

Le immagini sottostanti illustrano alcuni dei servizi medico chirurgici fruibili presso lo studio del Dott. Giuseppe Muscarà.

Share by: